Aprile 9

Requisiti finanziamento auto: cosa viene valutato? Quali documenti sono necessari?

Se non hai mai richiesto un finanziamento auto, prima di fare domanda, dovresti conoscere quali sono i requisiti e i documenti necessari. 

È meglio sapere in anticipo quali sono i requisiti per richiedere un finanziamento auto, non solo perché è inutile fare una richiesta se non si posseggono le qualità necessarie, ma anche per altri motivi.  

Banche, concessionarie e società finanziarie che gestiscono finanziamenti per auto, rifiutando la tua domanda per mancanza di requisiti, ti registreranno all’interno della Sic (Banca Dati Ufficiale) per almeno 30 giorni. 

Se nell’arco di quel mese proverai a effettuare nuove richieste di prestito, tutte verranno automaticamente rifiutate.  

Dovresti evitare questo rischio. Per dribblare questa situazione, esiste un solo sistema: informarsi bene sui requisiti. Quali sono? Di quali documenti hanno bisogno banche, concessionarie e società finanziarie in fase di richiesta? 

Come scegliere la migliore proposta di finanziamento auto 

Non hai mai chiesto un finanziamento auto e non sei sicuro se otterrai un prestito? Sai che il procedimento in sé non è complicato, ma è importante comprendere i requisiti, indipendentemente dalla tipologia di veicolo che stai per acquistare.  

Prima di comprare l’auto a rate, una volta conosciuti i requisiti, puoi scegliere liberamente tra le diverse proposte online, confrontando i preventivi e concentrandoti sulla soluzione più conveniente. 

Finanziamento auto: requisiti per accedere al prestito 

Banche, concessionarie o società finanziarie concedono il finanziamento a clienti che soddisfano le seguenti condizioni:  

  1. Residenza in Italia certificata. Avere la cittadinanza italiana non è essenziale.   
  1. Essere maggiorenni e non avere più di 75 anni (non compiuti) al momento di versare la prima rata;   
  1. Specificare il tipo di attività che si svolge (dipendenti statali, lavoratori a tempo indeterminato o a tempo determinato, etc.). Questo è un requisito importante, che influenzerà notevolmente la valutazione della banca in merito alla tua affidabilità e capacità di onorare le rate;  
  1. Il reddito percepito può essere utilizzato per determinare l’importo delle rate mensili da pagare. Generalmente il rapporto rata / reddito netto mensile non deve superare il 35%;   
  1. Numero IBAN dove verranno addebitate le rate. 

Il ruolo del Garante: requisiti 

Non è uno dei requisiti obbligatori, ma è noto che il Garante svolge un ruolo determinante nella concessione del finanziamento. In caso di insolvenza sarà lui a farsi carico del pagamento delle rate.  

Se il finanziamento lo richiede una persona disoccupata, il Garante diventerà una persona importante per l'ottenimento del prestito.   

Quali sono i requisiti principali?  

  1. Non deve avere più di 75 anni;   
  1. Non intestarsi altri finanziamenti a proprio nome;   
  1. Godere di un buon reddito;   
  1. Non essere stato segnalato come cattivo debitore in CRIF. 

Finanziamento auto: conviene davvero? Tutto quello che devi sapere

finanziamento auto usata

Indagini alla Centrale Rischi della Banca d’Italia 

Durante la valutazione dei requisiti, la banca o la società finanziaria avendo un quadro generale del tuo profilo ti assegnerà un credit score (punteggio). Gli istituti di credito o gli istituti finanziari non si limiteranno a valutare i requisiti. 

Continuerà a indagare sulla tua situazione alla Sic (Centrale Rischi della Banca d’Italia), da cui possono rilevare precedenti insolvenze o indebitamenti. Queste indagini vengono utilizzate per identificare i protestati e i cattivi pagatori e sono decisive per l'approvazione (o la disapprovazione) dell’eventuale finanziamento auto. 

Finanziamento auto: documenti necessari per richiederlo 

I documenti necessari per richiedere il finanziamento sono i seguenti: 

  • documento di identificazione (carta d’identità, codice fiscale, ecc.). È fondamentale la residenza in Italia; 
  • documenti relativi al reddito. Se sei un dipendente pubblico o privato dovrai presentare il CUD e l’ultima busta paga. Un lavoratore autonomo con partita IVA presenterà il modello F24, mentre un pensionato mostrerà il cedolino o modello Opis; 
  • bollette relative alle utenze (luce, gas, ecc.); 
  • altri contratti di finanziamento in corso. 

Se il richiedente è un’azienda, dovrà presentare questi documenti: 

  • l’ultima dichiarazione dei redditi; 
  • documenti del rappresentante legale; 
  • visura camerale. 

Perché un prestito auto può essere negato 

I motivi per cui un prestito auto può essere rifiutato variano notevolmente. In alcuni casi, potresti pensare che non ci sia una reale ragione, ma studiando a fondo le clausole del prestito, è sempre possibile individuarne la cause. 

In generale, se un finanziamento ti viene rifiutato è per tre ragioni:  

  • Cattivo pagatore;  
  • Pochissime garanzie fornite;  
  • Troppi debiti 

Nel primo caso, essere inclusi nella lista dei cattivi pagatori è uno dei motivi per cui i prestiti auto vengono sempre più rifiutati. Per chi ha bisogno di un prestito per acquistare un'auto, questa iscrizione è senza dubbio un problema. In questo caso l'istituto finanziario ritiene che il cliente sia inaffidabile in quanto, in passato, ha avuto difficoltà nella restituzione di un prestito. 

Lo stesso esito negativo si può presentare anche se le entrate mensili del richiedente sono troppo basse e, di conseguenza, la banca pensa di non avere le adeguate garanzie. Oppure se il cliente ha troppi debiti, ad esempio pagando già la rata di un mutuo e di vari oggetti acquistati con questa modalità. 

Per questa complicata situazione, quali sono le tre diverse soluzioni? C'è infatti la possibilità di ribaltare il rifiuto. 

Possibili soluzioni al rifiuto del finanziamento 

Se il prestito viene rifiutato perché il richiedente è stato iscritto nell'elenco dei cattivi pagatori, c'è qualche possibilità di intervento. Se la persona è un lavoratore dipendente o pensionato, può rinunciare al prestito auto, richiedendo un prestito con cessione del quinto e ottenendo così la cifra necessaria per comprare l’auto.  

Se invece il richiedente è un lavoratore autonomo, può provare a fornire un garante. Cioè una persona che si faccia carico del pagamento nel caso in cui le rate rimanessero da pagare. Ti consigliamo di evitare un prestito cambializzato. 

Se il problema è determinato da un reddito basso, la soluzione potrebbe essere:  

  • Negoziare l'importo massimo ottenibile e acquistare un'auto a quel prezzo;  
  • Aggiungere altre garanzie con un garante;  
  • Firmare il prestito cambializzato (sconsigliato). 

Se il debito è alto, la soluzione potrebbe essere quella di rivolgersi a un istituto finanziario o banca per ottenere un prestito per consolidamento debiti. In questo modo tutti i debiti verranno accorpati in un'unica rata, estesa anche nel tempo, riducendo così l'importo.  

In questo caso l'ultima possibilità è estinguere il prestito precedente e poi richiedere un nuovo prestito. Tuttavia, è chiaro che ciò non è sempre realizzabile. 

Acquistare auto con finanziamento a maxirata, è da evitare?

finanziamento maxirata conviene

Finanziamento rifiutato per altri motivi 

Se il tuo prestito auto viene rifiutato per altri motivi e il tuo caso non rientra nei tre ambiti di cui sopra, il motivo potrebbe essere tecnico. In altre parole, potrebbe esserci un problema durante la compilazione della domanda. Oppure nel caso di prestito con modalità di cessione del quinto, il tuo datore di lavoro potrebbe aver rifiutato il pagamento. 

Questo è un problema facile da risolvere perché i datori di lavoro sono obbligati ad accettare il problema ai sensi della legge. In alcuni casi, la tua domanda potrebbe essere rifiutata perché non hai mai richiesto finanziamento in passato. Questo è un motivo molto assurdo, ma accade molto spesso. 

Ci sono altre rare circostanze che possono portare al rifiuto del finanziamento. Non è possibile segnalarli tutti, ma in ogni caso è sempre possibile richiedere una spiegazione più specifica all'istituto di credito che si rifiuta di concedere prestiti auto. 

Quanto tempo far passare prima di chiedere un altro finanziamento? 

Sfortunatamente, devono trascorrere almeno 30 giorni tra il rifiuto e l'invio di una nuova richiesta. Rispetto alla precedente domanda, in questo caso, è necessario firmare la liberatoria. Questo documento autorizza gli istituti di credito o finanziari a rivalutare i potenziali richiedenti. 

Grazie alla liberatoria, se il suo stato o la garanzia fornita è cambiata, il prestito del richiedente può essere accettato in un secondo tentativo. In questo caso, la prima domanda dovrebbe essere stata respinta o ritirata. L'importante è che non sia ancora in fase di analisi. 

Perché è importante informarsi sui requisiti per richiedere un finanziamento auto?  

Sapere quali sono i requisiti per ottenere un prestito e cosa valutano concessionari e finanziarie è importante, non solo per finalizzare il contratto. Sapere in anticipo quali criteri vengono presi in considerazione ti aiuterà indubbiamente anche a ottenere condizioni più favorevoli per il tuo prestito, ad esempio calcolando le rate mensili.   

Se si è consapevoli di non possedere i requisiti per il finanziamento auto, è meglio valutare bene una eventuale richiesta. 

Per non rischiare di incappare in problemi, abbiamo creato una guida che ti aiuterà a fare questo percorso senza sbagliare, affidandoti a chi è esperto del settore da più di 20 anni. Puoi scaricare la guida GRATUITAMENTE dal box in fondo all’articolo.  

Nel frattempo, facci sapere cosa pensi di questo articolo e scrivici le tue domande nei commenti. 


Ti potrebbe interessare anche

Noleggio auto con riscatto: che cos’è e come funziona

Conviene il noleggio lungo termine per privato?


{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}