Febbraio 16

Motore Diesel o Metano: quale conviene di più?

Una domanda che sentiamo spesso è quale sia il migliore motore tra diesel e il metano. Qual è il più conveniente? Scopriamo i pro e contro.  

Per determinare se sia migliore un veicolo con motore diesel o metano, è necessario confrontare le due fonti di alimentazione. Esse non solo presentano differenze significative in termini di risparmio e prestazioni, ma come motori sono totalmente diversi. È importante valutare la formula più economica per l'acquisto della propria auto.  

Sebbene i veicoli a metano utilizzino motori a benzina, ai veicoli diesel non è ancora consentito installare sistemi a metano, pertanto la scelta è più difficile. 

Motore Diesel o Metano: caratteristiche principali 

Partiamo dal primo dato di fatto: non si possono installare impianti a metano sui motori diesel, quelle che li hanno già sono tutte benzina. I motori diesel sono alimentati dal gasolio, che è un derivato del petrolio miscelato con idrocarburi liquidi: scegliendo un'auto di questo genere i costi di gestione varieranno per forza in base al prezzo del petrolio. Inoltre, anche se questo aspetto è stato "mitigato" dalla moderna tecnologia dei motori a basse emissioni, queste vetture sono ancora le più inquinanti.  

Al contrario, il metano è un gas naturale e, il suo livello di inquinamento, è addirittura inferiore a quello del GPL: inquinamento basso, ma scarse prestazioni. 

Quali sono i pregi e difetti del Diesel? 

Fino a poco tempo fa, le auto diesel erano ancora la scelta più apprezzata dagli automobilisti italiani, perché grazie a questi motori si possono effettuare diversi chilometri. 

Nell'ultimo periodo la situazione è cambiata, anche perché il diesel non gode di buona reputazione: è considerato il principale mezzo di inquinamento atmosferico. Pertanto, i vantaggi più rilevanti sono la riduzione dei consumi e la percorrenza di molti chilometri. 

Lo svantaggio, come abbiamo già detto, è che le auto diesel sono più inquinanti di quelle a benzina e/o a GPL/metano. Con l'introduzione delle nuove norme europee RDE (Real Driving Emissions), sono state istituite misure più severe per imporre che dallo scarico delle vetture così alimentate, e di quelle alimentate a benzina a iniezione diretta, non dovrà uscire più il particolato, uno degli elementi più dannosi per la salute e per l’ambiente. 

Le auto a gasolio sono soggette a sempre più ampie limitazioni riguardante la circolazione, in più i modelli equipaggiati con questi motori hanno un costo superiore rispetto a quelli con un motore a benzina e GPL/metano. 

Diesel e Gpl: quale conviene davvero?

Quali sono i pregi e difetti del Metano? 

I veicoli a doppia alimentazione hanno molti vantaggi. Prima di tutto, l'auto a metano è a basso inquinamento e per questa ragione oggetto di bonus e incentivi da parte dei governi. In secondo luogo, il vantaggio più importante dei veicoli a metano è il costo del carburante. Infatti un metano completo costa circa 13 euro. Pertanto, rispetto ai veicoli diesel, i veicoli a gas naturale possono risparmiare il 30% del carburante e rispetto ai benzina possono risparmiare il 55% del carburante.  

Alcuni incentivi fiscali (come quelli riservati al bollo auto a metano) garantiscono anche un risparmio che, seppur diverso da regione a regione, arriva anche all’esenzione totale come in Lombardia. Infine, un altro vantaggio delle auto a metano è la possibilità di circolare all'interno della ZTL (anche se a Milano questo privilegio è venuto a mancare a partire da febbraio 2017). 

auto a metano manutenzione


Manutenzione impianto a metano 

La manutenzione di un'auto a metano non è molto diversa dalle altre perché ha gli stessi requisiti. Ad esempio, ciò che è assolutamente sbagliato è che devi sostituire le candele o i filtri più frequentemente perché i motori a metano sono soggetti a surriscaldamento, quindi i costi di manutenzione sono più alti.

L'unica differenza significativa è che a ogni revisione occorre prima controllare la tenuta del sistema a metano e che ogni quattro anni un meccanico esperto deve verificare visivamente le condizioni dei serbatoi. Questi controlli sono necessari per rispettare i severi standard di sicurezza per questo tipo di carburante e incidono sui costi di manutenzione. Pensi che il metano possa congelarsi in inverno e la tua auto ti lascerà a piedi? Ebbene sì: il metano si congela, ma solo se la temperatura scende a -160 gradi. 

Manutenzione, consumo e costi: quale conviene tra diesel e metano?  

Procediamo con le spese relative all'acquisto: acquistare oggi un’auto diesel nuova costerà sicuramente di più rispetto all'utilizzo di un normale impianto a metano, che ha molteplici incentivi. E la manutenzione? Per le auto a metano, c'è un aspetto molto importante da tenere a mente. Le diverse norme di certificazione per le bombole, comportano tempi di revisione differenti; l'ultima versione viene rivista ogni 4 anni e costa dai 200 ai 500 euro, a seconda della quantità di bombole e della difficoltà di accesso al vano di alloggiamento (molto spesso sotto i sedili).  

Altro punto dolente del portafoglio sono, ovviamente, le tasse: i motori diesel non sono esenti dalle tasse stradali, mentre le auto a metano sì, anche se con modalità diverse per regione. 

Il rifornimento è l'ultimo step per fare un’analisi accurata: rifornimenti diesel sono ampiamente distribuiti sul territorio italiano e il self-service è esteso, mentre il metano non è ancora ampiamente utilizzato in tutti i luoghi, quindi non è possibile farlo da soli. 

Conclusioni 

Dopo aver visto la differenza di prestazioni e prezzo, vediamo se è più conveniente scegliere un'auto diesel o un'auto a metano. Il diesel è più adatto a chi viaggia per diversi chilometri, soprattutto fuori città, su strade o autostrade, dove i prezzi del carburante più elevati sono compensati da buone prestazioni e consumi ridotti.  

Le auto a metano sono più convenienti per coloro che viaggiano principalmente in città e raramente percorrono pochi chilometri sulle autostrade. La comodità dei veicoli a metano è che usano sempre la doppia alimentazione, quindi puoi scegliere di utilizzare o il metano o la benzina, quest’ultimo più utile durante la guida. 

Per non rischiare di incappare in problemi, abbiamo creato una guida che ti aiuterà a fare questo percorso senza sbagliare, affidandoti a chi è esperto del settore da più di 20 anni. Puoi scaricare la guida GRATUITAMENTE dal box in fondo all’articolo.   

Nel frattempo, facci sapere cosa pensi di questo articolo e scrivici le tue domande nei commenti. 


Ti potrebbe interessare anche

Noleggio auto con riscatto: che cos’è e come funziona

Conviene il noleggio lungo termine per privato?


{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}