Febbraio 10

Auto Diesel e Gpl: quale conviene davvero?

Un dubbio attualissimo: meglio un’auto diesel o GPL? Valutiamo il risparmio e le differenze, guardando pro e contro di entrambe le opzioni.

A causa delle normative che prendono di mira le auto più inquinanti, in particolare le auto diesel, sempre più conducenti scelgono di passare alle auto con motori a gas.

Il nocciolo del problema è che il diesel sembra aver perso oggi i suoi vantaggi in favore a opzioni più pulite, come ibrido o elettrico, destinate a svilupparsi nella mobilità ecologica futura. Pertanto, rispetto ai tradizionali veicoli diesel, le macchine a GPL rappresentano un investimento più lungimirante.

Diamo quindi un'occhiata a quale di queste due tipologie è più conveniente e comprendiamo vantaggi e svantaggi, prezzi e consumi.

Diesel e Gpl: caratteristiche principali

La scelta tra le due opzioni va fatta in base allo stile di vita personale, perché questi due motori hanno caratteristiche fisse che possono essere prese in considerazione da subito.

Non c'è dubbio che un motore diesel abbia prestazioni migliori (ovviamente è più economico di un motore a benzina). Quindi, se ti piacciono le auto sportive e guida flessibile, il GPL non fa per te, devi scegliere il diesel. Inoltre, il deprezzamento dei veicoli diesel diminuirà nel tempo, facilitando l'immissione sul mercato.

Non mancano, però, i pro delle auto a GPL: di solito ci sono interessanti incentivi ecologici per l'acquisto di nuove vetture a GPL. Inoltre, i motori a GPL sono più silenziosi dei motori diesel.

Quali sono i pregi e difetti del Diesel?

Fino a poco tempo fa, le auto diesel erano ancora la scelta più apprezzata dagli automobilisti italiani, perché grazie a questi motori si possono effettuare diversi chilometri.

Nell'ultimo periodo la situazione è cambiata, anche perché il diesel non gode di buona reputazione: è considerato il principale mezzo di inquinamento atmosferico. Pertanto, i vantaggi più rilevanti sono la riduzione dei consumi e la percorrenza di molti chilometri.

Lo svantaggio, come abbiamo già detto, è che le auto diesel sono più inquinanti di quelle a benzina e/o a GPL. Con l'introduzione delle nuove norme europee RDE (Real Driving Emissions), sono state istituite misure più severe per imporre che dallo scarico delle vetture così alimentate, e di quelle alimentate a benzina a iniezione diretta, non dovrà uscire più il particolato, uno degli elementi più dannosi per la salute e per l’ambiente.

Le auto a gasolio sono soggette a sempre più ampie limitazioni riguardante la circolazione, in più i modelli equipaggiati con questi motori hanno un costo superiore rispetto a quelli con un motore a benzina e GPL.

Quali sono i pregi e difetti del GPL?

Analizzando i motori a GPL, ciò che rende vantaggiosa questa tipologia di alimentazione, rispetto ai motori tradizionali (sia benzina che diesel), è l’impatto minore sull'ambiente. Uno dei lati positivi è sicuramente il costo del rifornimento, dato che i prezzi del carburante sono molto bassi.

Infatti, il prezzo al distributore è molto più conveniente: il costo oscilla tra i 0,575 e 0,59 €/cent al litro. Come si può ben vedere l’acquisto di un’auto GPL può essere rapidamente ammortizzato con la bassa spesa al distributore.

Purtroppo, anche i veicoli a GPL hanno dei difetti. Innanzitutto, il consumo effettivo non è dei migliori, infatti è superiore a quello dei veicoli diesel. In ogni caso, spesso, l’autonomia è di oltre 500 km e non si può contare su una rete di distributori ben dislocata sul suolo italiano. Molte aree, infatti, non sono coperte e ci sono poche stazioni di servizio.

auto gpl consumo

Quale consuma di meno?

Non c'è dubbio che il consumo medio di carburante dei veicoli diesel sia inferiore a quello dei veicoli a GPL, infatti, un’auto può percorrere tranquillamente 25 km con un litro di diesel, mentre una vettura a GPL percorre in media per litro circa 10/11 km.

Ciò si traduce in un vantaggio, soprattutto quando si percorrono almeno 15.000 chilometri all'anno, che può rendere più ragionevole il costo di acquisto più elevato dei veicoli diesel.

Il prezzo medio del carburante ci mostra come il diesel possa raggiungere circa 1,50 euro al litro, mentre il GPL si aggira intorno ai 0,60 euro al litro. Si può anche dire che, negli ultimi anni, l'efficienza dei motori a GPL è stata notevolmente migliorata, specialmente con l’introduzione dei turbo e con il downsizing. Il problema è che le auto dotate di doppia alimentazione benzina / GPL hanno serbatoi limitati, con una durata massima di circa 500 chilometri.

Quale costa di meno in manutenzione?

Quando si sceglie un veicolo a GPL, è necessario considerare anche la manutenzione che va effettuata ogni dieci anni, anche se i filtri devono essere costantemente sostituiti, ma a un costo minimo.

Un altro aspetto di cui tenere conto riguarda la possibilità di posteggiare l'auto in un parcheggio interrato. Essendo il GPL un gas infiammabile, le auto prodotte prima del 2002 non possono essere parcheggiate in garage sotterranei o viaggiare nelle navi. Con la nuova normativa ECE / ONU 67/01, invece, le auto con impianto GPL sono più sicure, ma in ogni caso non possono essere parcheggiate oltre il primo piano sottoterra.

In termini di manutenzione, i veicoli diesel hanno bisogno di un tagliando ogni 30-40.000 chilometri. In questo caso, si consiglia di sostituire il filtro dell'olio e l'olio motore, nonché quello dell'aria per l'abitacolo.

Impianto GPL su motori diesel: si può?

Pochi conoscono l'esistenza di veicoli diesel a GPL, ma da tempo, oltre alla classica benzina, i veicoli diesel possono anche essere convertiti!

Un modo per evitare di rottamare una vecchia auto EURO 3 o 5, è installare il kit per la doppia alimentazione GPL / diesel o benzina. Esistono kit di impianti Gpl su diesel, in grado di convertire tutti i veicoli con alimentazione a gasolio (da euro 0 a euro 6) in carburazione mix diesel e GPL.

In conclusione: meglio diesel o gpl?

Entrambe sono scelte fatte per risparmiare: in ambedue i casi ci sono da mettere in conto consumi e un esborso di denaro per alimentare l’auto, che sia a gas o che sia diesel.

Sicuramente dovrai, per prima cosa, pensare all’utilizzo che farai della vettura. Chi normalmente supera i 15.000 chilometri all'anno troverà conveniente acquistare un'auto diesel, soprattutto in previsione di tenerla per pochi anni, anche in relazione alla situazione sempre più stringente riguardante le normative n tema di emissioni. Il temuto blocco di cui tutti si preoccupano, sembra ancora molto lontano e, comunque, confinato nelle grandi città.

Di contro, l’acquisto di un’auto a gpl è conveniente sempre per coloro che percorrono molti chilometri in un anno. In questo modo si ammortizzerà la differenza di prestazioni e costi di manutenzione, che sono più complicati e costosi a causa dei vari step da non sottovalutare (come il collaudo generale dell’impianto a circa 90.000 km).

Inoltre, sempre le auto a gas, se acquistate direttamente dalla Casa, non varieranno di molto rispetto a quelle alimentate a gasolio. Se, invece, decidi di installare l’intero impianto in un secondo momento, dovrai tener conto dei costi di montaggio e manutenzione (futura) necessari.

Per non rischiare di incappare in problemi, abbiamo creato una guida che ti aiuterà a fare questo percorso senza sbagliare, affidandoti a chi è esperto del settore da più di 20 anni. Puoi scaricare la guida GRATUITAMENTE dal box in fondo all’articolo.   

Nel frattempo, facci sapere cosa pensi di questo articolo e scrivici le tue domande nei commenti. 


Ti potrebbe interessare anche

Noleggio auto con riscatto: che cos’è e come funziona

Conviene il noleggio lungo termine per privato?


{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}