Marzo 9

Guida all’acquisto di un’auto elettrica: tutto quello che devi sapere

Il settore delle auto elettriche è in picchiata! Tutti ne parlano, ma pochi conoscono realmente i vantaggi di queste vetture. 

Vuoi acquistare un'auto elettrica? Se ci stai pensando, ma ti sorgono dei dubbi noi siamo qui per aiutarti a fare un po’ più di chiarezza con la nostra guida all’acquisto.  

Acquisto auto elettriche: le tipologie 

I centri urbani sono i luoghi più esposti all'inquinamento. Per far fronte alla crisi del mondo industrializzato, diverse aree metropolitane hanno già approvato piani per limitare o vietare le auto diesel nelle aree urbane. In questo senso, il 2025 sarà un anno cruciale, poiché per allora i motori diesel dovranno "sparire" dalle strade di Madrid, Atene, Parigi e Città del Messico.  

Le auto elettriche si chiamano EV, abbreviazione di Electric Vehicle o BEV, abbreviazione di Battery Electric Vehicle, e alcuni modelli, oltre al motore elettrico, hanno anche un piccolo motore termico che aumenta l'autonomia quando serve. Le auto elettriche che utilizzano questo motore sono chiamate Range Extender. Questo dispositivo è alimentato a benzina ed è destinato esclusivamente a produrre l'energia necessaria per caricare le batterie e aumentare così l'autonomia della vettura senza interferire con il suo movimento. 

Auto elettriche: vantaggi e svantaggi 

Acquistare un’auto elettrica conviene? La decisione deve essere valutata attentamente, perché la convivenza con questo tipo di auto sarà completamente diversa dalla "classica", ovvero un'auto dotata di motore termico. 

Certo, tra i vantaggi dell'acquisto di un'auto elettrica ci sono i costi di gestione, che sono molto inferiori a quelli tipici di un'auto con motore termico. Il motore elettrico è semplificato rispetto a un motore tradizionale e non prevede lo stesso numero di sollecitazioni perché la combustione non avviene.  

Allo stesso modo il costo di rifornimento di un'auto elettrica è irrisorio rispetto a un pieno di carburante e inoltre guidare un'auto elettrica ti dà la possibilità di raggiungere le sempre più numerose ZTL attualmente presenti nel nostro Paese. 

Infine, tra i vantaggi delle auto elettriche, non possiamo non citare zero emissioni e un maggiore comfort di guida rispetto a un'auto termica per la mancanza di rumorosità del motore e vibrazioni associate. Ovviamente uno degli inconvenienti del primo punto è la bassa diffusione delle colonne di ricarica.  

L'acquisto di un'auto elettrica, in questo momento, comporta la responsabilità di pianificare attentamente ogni viaggio per sapere quando e dove ricaricare la batteria. Un altro svantaggio è l'autonomia; se è vero che sul mercato esistono modelli come Tesla che possono offrire distanze vicine ai 700 km, è altrettanto vero che la maggior parte delle auto non può superare i 300 km di autonomia reale. 

Infine, l'ultimo svantaggio delle auto elettriche sono i prezzi. Sfortunatamente, i listini per le comuni utilitarie alimentate con un motore elettrico, partono da ben oltre i 20.000 euro, ma grazie agli incentivi governativi per le auto elettriche già quest’anno, puoi ottenere sconti molto interessanti. 

auto elettrica conviene

Acquistare un’auto elettrica: aspetti “tecnici” 

Oltre al chilometraggio, per acquistare un'auto elettrica è necessario conoscere l'autonomia (prevista) del pacco batterie e se esistono garanzie dedicate. Quindi ricorda che se vivi in un luogo spesso freddo e la tua auto è sempre fuori, la durata della batteria sarà molto più breve. Infine: controlla sempre che le batterie siano incluse.  

Nei noleggi, infatti, la vecchia batteria verrà sostituita solo al raggiungimento di una certa percentuale di capacità residua e non prima, che può causare problemi al circuito. Avvertenza: tieni sempre presente che le batterie per auto elettriche costano molto e che i dati di approvazione per la loro durata e capacità sono più generosi che nella vita reale su strada. Quindi conta il 15% in meno di quanto dichiarato per fare una valutazione, oppure affidati alla prova su strada diverse ore prima dell'acquisto. 

Acquistare un’auto elettrica: la ricarica 

Per acquistare un'auto elettrica non basta controllare a fondo lo stato della batteria, visto che ovviamente collegato a esso c’è quello della ricarica. Diventa quindi fondamentale la vicinanza / comodità con stazioni / colonnine dedicate. 

Un'alternativa è installare una wallbox a casa per circa 1.000 euro (ciascuna). Dopo la guida, soprattutto durante il test drive, è necessario prestare attenzione alla quantità di energia residua per evitare di rimanere senza e di dover chiamare l'assistenza stradale. Per fare ciò, basta controllare il display e quindi ricontrollare prima la distanza effettiva controllando i movimenti giornalieri. 

Incentivi auto elettriche 

Gli incentivi per le auto elettriche sono stati introdotti dal governo alla fine del 2019 e sono stati confermati anche per il 2021.  

Come funzionano? Sono stati previsti due diversi scaglioni, in base al valore delle emissioni dell'auto da acquistare. La prima, esclusiva per le auto elettriche con emissioni di CO2 0-20 g / km, prevede un bonus di 6.000 euro. La seconda, riservata alle auto ibride che emettono da 20 a 60 g / km di CO2, costa 3.500 euro.  

Finora, se non c'è rottamazione, tutto rimane sostanzialmente uguale rispetto a prima. Tuttavia, per la rottamazione di un veicolo che ha almeno 10 anni, ammonta a 10.000 euro per le auto elettriche e 6.500 euro per le auto ibride. 

Questo perché per le auto elettriche può essere utilizzato un premio aggiuntivo di € 2.000 a condizione che il concessionario (o il produttore) accetti uno sconto di almeno € 2.000 stabilito dallo Stato.  

Per le auto ibride, invece, lo Stato considera un contributo rottamazione di 1.500 euro a fronte di uno sconto concessionario di almeno lo stesso importo. Tutto sommato, acquistando da oggi un'auto elettrica si può beneficiare di uno "sconto" fino a 10.000 euro, mentre per l'ibrida (CO2 tra 20 e 60 g / km CO2) si può ottenere una riduzione di listino di 6.500 euro.  

Tuttavia, per poter usufruire degli incentivi per le auto elettriche, si ricorda che sono disponibili per le auto con un prezzo di acquisto fino a 61.000 € IVA inclusa. Oltre a questo valore, non potrai beneficiare degli incentivi statali. 

Con la nuova tornata di incentivi sono previste anche le indennità per le persone con reddito ISEE inferiore a 30.000 euro. Possono acquistare un'auto elettrica nuova, purché il prezzo di listino non superi i 30.000 euro più IVA (36.600 euro IVA inclusa), con uno sconto del 40%.  

Ad esempio, con questo incentivo speciale, puoi portarti a casa una nuova Fiat 500e per 15.690 euro dal listino di 26.150 euro. I nuovi incentivi statali prevedono anche un diverso range di emissioni, riservato alle auto convenzionali Euro 6. Quelle che emettono CO2 tra 61 e 135 g / km. In tal caso, purché rottami un'auto con una vita utile di almeno dieci anni, puoi ottenere uno sconto di 3.500 euro. 

incentivi auto elettriche


Acquisto auto elettriche: prezzi 

Per capire quali sono i prezzi medi delle auto elettriche, vale la pena conoscere la classifica dei modelli più venduti nel nostro Paese a gennaio 2020. 

Al primo posto una vettura di seconda generazione, come la Renault Zoe, aiutata anche dal nuovo motore R135, mentre al secondo posto un'altra vettura transalpina, la Peugeot e-208. L'ultima generazione dell'auto del Leone si distingue non solo per il suo stile deciso e moderno, ma anche con 136 CV, che ben si adatta al peso dell'auto. 

L'ultimo gradino del podio per le auto elettriche più vendute a gennaio 2020 è la Volkswagen e-Up! un'adorabile tedesca con un ingombro ridotto e perfetta per i viaggi in città. 

Guardando in dettaglio i prezzi delle auto elettriche, la Renault Zoe con il motore R135 potrai acquistarla a partire da 27.700 euro, mentre con il motore R110 il prezzo di partenza è di 25.900 euro. 

Il prezzo della Peugeot e-208, seconda classificata, è molto più alto. L’ultima nata in casa del Leone offre la migliore tecnologia disponibile e promette non solo molto stile, ma anche un'autonomia di 450 km e un piacere di guida fornito da 136 cavalli elettrici sotto il cofano. 

Il prezzo della Peugeot e-208 come detto è doloroso in quanto puoi comprarla a partire da 33.600 euro, ma anche in questo caso puoi beneficiare degli incentivi ambientali forniti dal governo. 

L'ultima vettura sul podio è la Volkswagen e-Up! La city car tedesca, convertita da motore termico a motore elettrico, non ha subito alcun ribaltamento né sulle linee né in termini di capacità di carico. Le misure sono quindi invariate e si confermano ideali per affrontare il traffico cittadino, mentre sotto il cofano c'è spazio per un motore elettrico da 83 CV che può promettere un'autonomia di 260 km misurati sul ciclo WLTP.  

I prezzi della Volkswagen e-Up! partono da 23.750 € e in caso di rottamazione è possibile sfruttare al meglio l'eco-bonus e abbassare il prezzo sotto i 20.000 €. 

Conclusioni: l’auto elettrica conviene davvero? 

Se tutto ciò che abbiamo citato finora, per te non è un problema allora la risposta è sì, conviene assolutamente. 

Ricorda che la gestione sarà allora (relativamente) economica: oggi l'elettricità costa meno della benzina e i costi di manutenzione sono ragionevolmente inferiori. Se invece hai ancora dubbi pensaci bene: i pendolari, ad esempio, avranno bisogno almeno di una stazione di ricarica sul posto di lavoro e, per chi viaggia sempre lontano, non sarà saggio optare per un'auto elettrica. Un'alternativa potrebbe essere un veicolo alimentato a GPL, ma questa è un'altra storia (e un'altra guida). 

Vantaggi auto GPL: conviene davvero acquistarla? 

Hai bisogno di maggiori informazioni? Contattaci!

Per non rischiare di incappare in problemi, abbiamo creato una guida che ti aiuterà a fare questo percorso senza sbagliare, affidandoti a chi è esperto del settore da più di 20 anni. Puoi scaricare la guida GRATUITAMENTE dal box in fondo all’articolo. 

Nel frattempo, facci sapere cosa pensi di questo articolo e scrivici le tue domande nei commenti.


Ti potrebbe interessare anche

Acquistare auto con finanziamento a maxirata, è da evitare?


{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}